Buongiorno (con sorriso)

Finalmente una bella giornata e non solo perché splende il sole (cosa che di per sé mi mette di buonumore). Oggi nelle edicole è arrivato un nuovo quotidiano, il Fatto. E’ un’avventura editoriale che riprende lo spirito de La Voce di Montanelli e che speriamo abbia maggior successo, perché di un giornale così c’è davvero bisogno. Come abbonato all’edizione online già ieri sera a mezzanotte ho cercato di vedere la prima pagina e di scorrere quelle interne, ma non ci sono riuscito causa eccesso di traffico web (un segnale incoraggiante! eravamo dunque in tanti a voler leggere). Stamattina però non ho potuto/saputo resistere alla tentazione di prenderne una copia in edicola per poterlo vedere e sfogliare su carta. Di qui il buongiorno e il sorriso: è un giornale sobrio, nuovo e soprattutto ricco di notizie, a partire da quella di apertura, “Indagato Letta”. La grafica invece mi lascia un po’ perplesso

La prima pagina

La prima pagina

per via dei titoli in maiuscolo, ma nel complesso è molto ordinata e le pagine risultano estremamente leggibili. Mi ha colpito molto la scelta di dare poco peso alla “grammatica” delle immagini, alle foto: è una differenza significativa rispetto a La Voce, così come l’aveva progettata e realizzata quel genio di Vittorio Corona (qualcuno si ricorda il fotomontaggio in prima pagina?), ma ancor di più rispetto agli altri giornali in edicola. E’ forse il segno che “il Fatto” si propone come giornale da leggere e non a caso i pezzi non sono affatto brevi e stilisticamente assomigliano più a quelli di un settimanale (molto approfondimento, zero pastone) che di un normale quotidiano. Che dire? Lunga vita a Il Fatto.
paolo.fior@cronache.org

Comments are closed.