E ora passiamo all’azione

Dias y Flores Garden (NYC) - Foto di Mike Evans

Dias y Flores Garden (NYC) - Foto di Mike Evans

E’ tempo di organizzarsi e di cominciare a lavorare. Questo in sintesi ciò che è emerso ieri dal secondo incontro per il progetto di Community Garden al Parco Trotter di Milano. Numerose le presenze, tantissime le idee. Dopo aver approfondito l’esperienza newyorkese, abbiamo incominciato a parlare un po’ di noi, di ciò che vogliamo fare. Documentare, okay (sta nascendo un piccolo pool); saperne di più sull’esperienza di altre metropoli (si pensa di organizzare degli aperitivi post lavoro per visionare il materiale e discuterne); finanziare e far conoscere il progetto (mille idee, una più creativa dell’altra); mettere le mani nella terra. Su quest’ultimo punto si è deciso all’unanimità di compiere il primo fondamentale passo: andare a prendere le piante, quelle che Francesco raccoglie e conserva nella scuola Pizzigoni (Bovisa). Tempo permettendo lo faremo sabato 7 novembre tutti insieme, anche con i bambini. Visiteremo la scuola (che merita) e poi con le piante prenderemo i mezzi pubblici per tornare al Trotter. Una prima assoluta che il neonato pool di documentazione ha deciso di immortalare in un video (il primo si spera di una lunga serie).
Intanto ho aggiornato la pagina dei Giardini del Sole (così si chiama in realtà il Community Garden del Trotter) con i file audio e i link sulle cose di cui abbiamo discusso (il forno per il pane e le pizze, il progetto orti diffusi…): andate a vederla!

Paolo Fior
paolo.fior@cronache.org

Comments are closed.