Fattorie urbane: il modello Pasadena

La home page del sito dei Dervaes

Non lo conoscevo, l’ho scoperto oggi grazie a Twitter e credo che sia una delle storie più interessanti in fatto di sostenibilità perché è un modello alla portata di molti e perché mostra la straordinaria produttività ed efficacia della permacultura anche in ambito urbano. Sto parlando della straordinaria esperienza di una famiglia di Pasadena, California, che ha trasformato la propria casa e il proprio giardino applicando i principi della permacultura: ci lavorano dalla metà degli anni ’80 e attualmente questi sono i dati: abitano in una casa di 140 metri quadrati circa circondata da un giardino di poco più di 350 metri quadrati in cui coltivano circa 400 diverse specie vegetali per un raccolto medio annuo di circa 3 tonnellate e inoltre tengono qualche gallina che, oltre a produrre le uova (circa 2.000 l’anno), contribuisce alla lotta integrata liberando orto e giardino da fastidiosi animaletti quali ad esempio le chioccioline che si pappano l’insalata. Il loro stile di vita ha comportato risparmi per 75.000 dollari e la produzione, oltre ad alimentare l’intera famiglia, produce un reddito di circa 20.000 dollari l’anno. Questi pionieri californiani – i Dervaes – sono una fonte d’ispirazione pazzesca (almeno per me e per molte altre persone ): non voglio recensire il loro sito, andate piuttosto a visitarlo!

Paolo Fior
paolo.fior@cronache.org

One thought on “Fattorie urbane: il modello Pasadena

Comments are closed.