Il sentiero da seguire

Il Monte Rosa al tramonto
In quest’ultimo scorcio di 2012 funesto mi sto imponendo di “pensare positivo” e prima di inerpicarmi sulle amate montagne voglio salutare tutti i lettori del blog con una buona notizia: Retenergie, la cooperativa elettrica con cui i gruppi d’acquisto milanesi hanno avviato il progetto di “energia solidale” di cui ho parlato più volte, ha deciso che dal 2013 conferirà l’energia prodotta con i propri impianti a Trenta, la società trentina con cui Retenergie ha stipulato già da due anni una convenzione per i soci di fornitura di energia al 100% da rinnovabili. Questo conferimento è un piccolo ma significativo passo in direzione della fornitura diretta di energia ai propri soci. Retenergie realizza impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili attraverso l’azionariato popolare. Si tratta di impianti fotovoltaici di piccola e media taglia e di piccoli impianti idroelettrici che sfruttano briglie e manufatti pre-esistenti (senza quindi alterare il corso dei torrenti). In questi ultimi due anni la cooperativa è cresciuta, diversi impianti in costruzione sono diventati operativi e, attraverso Trenta, Retenergie dunque si prepara a chiudere il cerchio, anche se occorrerà ancora tempo prima di arrivare all’emissione della prima bolletta “cooperativa”. Dal 2013 però i soci di Retenergie che, come me, sono passati a Trenta potranno indirettamente “consumare” l’energia che contribuiscono a produrre: una goccia nell’oceano, ma pur sempre una goccia che – come ho spiegato più volte – contribuisce molto concretamente alla sostenibilità e all’economia reale. Buone feste a tutti e arrivederci al 2013!

Paolo Fior
paolo.fior@cronache.org

Comments are closed.