Il suicidio perfetto

canada20L’inatteso risultato elettorale, al netto della miseria di una classe dirigente incapace di capire il Paese, ci rimanda una fotografia precisa: siamo allo sbando totale. Con questi numeri nessuno è in grado di governare, eppure un governo bisognerà farlo. Con chi e come ancora non si sa, però persino per tornare a votare tra pochi mesi bisogna che un governo ci sia: occorre cambiare la legge elettorale (ci si riuscirà?) e trovare un accordo per eleggere il nuovo presidente della Repubblica. Sono le cose minime e non è detto che si riescano a fare. Nel frattempo si perderanno mesi preziosi, l’economia continuerà ad avvitarsi con effetti devastanti sull’occupazione e sulle persone, mentre avremo sempre più il fiato sul collo dei terrorizzati partner europei. Un quarto degli italiani non ha votato. In pratica siamo riusciti a realizzare un suicidio perfetto, il nostro.
Paolo Fior
paolo.fior@cronache.org

Comments are closed.