Le primarie della cultura

Primarie della Cultura

www.primariedellacultura.it

Rientrato dalla lunga pausa natalizia ho visto un’iniziativa del Fai (Fondo per l’Ambiente Italiano) che mi piace davvero molto: le Primarie della Cultura. Si tratta di una consultazione online sui temi che i cittadini vorrebbero veder sostenuti dal prossimo governo. A piacermi non è solo l’idea in sé – ossia mettere al centro della campagna elettorale le questioni della cultura, del paesaggio e dell’ambiente che rappresentano un valore irrinunciabile per l’Italia e anche un possibile motore di sviluppo sostenibile – ma anche il fatto che questa idea nasce da un gruppo di giovani e che il Fai ha deciso di dare loro voce. Quindici i temi selezionati tra cui indicare le prioprità di intervento (massimo tre), tra cui lo stop al consumo del territorio. Scegliere è davvero difficile, ma è un esercizio utile di democrazia dal basso, tanto più che il Fai ha l’autorevolezza necessaria per far “pesare” il risultato di questa consultazione che si è aperta oggi, 7 gennaio, e si concluderà il 28 gennaio. Per partecipare è necessario registrarsi al sito www.primariedellacultura.it e, dopo aver attivato la registrazione, è possibile esprimere al massimo tre preferenze. I risultati vengono aggiornati in tempo reale. Votate! Votate! Votate!

Paolo Fior
paolo.fior@cronache.org

Comments are closed.