Peppino e la sua radio fanno ancora paura

Peppino Impastato e Radio AutUn messaggio nella notte: il furto delle attrezzature indispensabili per la messa in onda proprio alla vigilia della ripresa delle trasmissioni. Dopo mesi di prove, Radio 100 Passi avrebbe dovuto tornare in onda oggi (8 marzo) con un palinsesto strutturato e invece ignoti si sono introdotti nel Centro polifunzionale di Piazza Tavola Tonda a Palermo che ospita varie associazioni, tra cui la radio, e nella notte hanno rubato tutta l’attrezzatura (leggi il comunicato)
Un messaggio chiaro, un attentato alla libertà d’informazione, ma anche un incredibile segnale di paura, di debolezza: Cosa Nostra, le mafie e il loro blocco di potere – per quanto potenti – temono ancora ogni voce di dissenso, per piccola che sia, ogni strumento capace di informare davvero, di dare notizie, raccontare fatti, risvegliare le coscienze. A Radio 100 Passi e a tutte le associazioni colpite la solidarietà mia e quella dei lettori di questo blog.

Aggiornamento del 9 marzo Stamane leggendo i giornali nazionali non ho trovato neanche un trafiletto sulla vicenda di Radio 100 Passi: è così, con il silenzio, che molti colleghi difendono la libertà di informazione.

Paolo Fior
paolo.fior@cronache.org

Comments are closed.