Il suicidio perfetto

L’inatteso risultato elettorale, al netto della miseria di una classe dirigente incapace di capire il Paese, ci rimanda una fotografia precisa: siamo allo sbando totale. Con questi numeri nessuno è in grado di governare, eppure un governo bisognerà farlo. Con chi e come ancora non si sa, però persino per tornare a votare tra pochi […]

La mossa del cavallo

E’ giovane, spregiudicato e ambizioso. Usa con disinvoltura i media e il potere. E a tre giorni dal voto – sapendo già come andrà a finire – lancia la sua “cosa”. Un modo per smarcarsi da Roberto Maroni, destinato a finire nel tritacarne dei regolamenti di conti interni, e soprattutto per posizionarsi da subito